Dockers Strike against the war 11 March 2003

Report by FILT-CGIL FIT-CISL UILTRASPORT Published: 16/03/03 original (Italian) The National Secretariat of the Italian FILT-CGIL FIT-CISL trades unions called for a one-hour strike at the end of each shift in all Italian ports to protest and disrupt loading of US military equipment for war in Iraq onto ships owned by the Scotto company (Livorno). The strikes are in solidarity with Scotto workers who have been called out on strike to halt loading military equipment. Roma, 10 Marzo 2003 translation: Pete Sloman

FILT-CGIL FIT-CISL UILTRASPORTI





SCIOPERO DEI LAVORATORI PORTUALI






Le Segreterie Nazionali a fronte della grave scelta compiuta dal Governo di ignorare la richiesta di un confronto con le OO.SS. dei trasporti in relazione all'utilizzo dei porti italiani in funzione di supporto logistico alla preparazione delle operazioni militari in IRAQ, ed in concomitanza con l'imbarco di materiale bellico presso l'impresa portuale SCOTTO di Livorno



DICHIARANO


per il giorno 11 Marzo 2003


1 ora di sciopero a fine di ogni turno




contro la scelta del Governo per la sicurezza e l'incolumità dei lavoratori, in segno di solidarietà con i lavoratori dell'impresa Scotto chiamati a scioperare per non effettuare l'imbarco di materiale militare.


Lo sciopero è indetto nel rispetto delle norme contrattuali e comunque facendo riferimento all'art. 2, comma 7, della legge 146/90





Le Segreterie Nazionali





Roma, 10 Marzo 2003